0 voti
da
Il disegno libero del bambino è un valido strumento terapeutico per giungere all’inconscio del bambino.
 

 
Istruzioni:


1) L’interpretazione dei disegni dei bambini è un utile strumento terapeutico. I principali elementi formali per interpretare il disegno di un bambino sono: la posizione del foglio, la collocazione nello spazio,le dimensioni, i tratti, i colori, le cancellature, i dettagli.

2) Per quanto riguarda la posizione del foglio occorre lasciare che il bambino la scelga da solo. Quindi bisogna posizionare sul tavolo diversi fogli bianchi e lasciare che il bambino ne scelga uno e lo posizioni come meglio crede.

3) Infatti il bambino inizia a comunicare qualcosa di se stesso proprio dalla scelta della posizione del foglio su cui realizzerà il suo disegno. Pare che se sceglierà la posizione verticale indicherà un rapporto privilegiato con il padre, la posizione orizzontale con la madre.

4) L’utilizzo dello spazio esprime la relazione del bambino con l’ambiente.
Se il disegno è realizzato nel centro del foglio significa che il bambino mette se stesso al centro del suo ambiente. questo indica egocentrismo, ma anche autonomia, che sarà totalmente acquisita nell’età adulta.

5) La parte alta del foglio è quella preferita bambini,perché l’alto è il luogo della fantasia. Indica un atteggiamento di ottimismo. Può anche significare la ricerca di realizzazione nella fantasia invece che nella realtà. Il bambino può mantenere le distanze, essere difficile da raggiungere.

6) La parte bassa sta ad indicare depressione e pessimismo. E’ utilizzata dai bambini insicuri, dipendenti, magari con un carattere stabile, con poco entusiasmo. Può indicare che il bambino si sente “schiacciato” dall’ambiente.

7) La parte sinistra del foglio indica bambini orientati verso la madre ed il passato. Si tratta di bambini introversi ed emotivi, talvolta sfiduciati, ma anche riflessivi. Si tratta di soggetti che ricercano soddisfazioni immediate.

8) Il bambino che sceglio di disegnare sulla parte destra del foglio indica un’inclinazione verso il padre. Questo lato esprime estroversione e fiducia verso il futuro, ma può anche indicare ostinazione e caparbietà.

9) La zona centrale del foglio sta ad indicare equilibrio, sicurezza, un comportamento controllato, indipendenza ed autonomia. Può anche significare egocentrismo e un comportamento incentrato su se stesso.

10) Per quanto riguarda le dimensioni, bisogna dire che i bambini che hanno meno di sei anni di solito preferiscono disegnare figure grandi. Dai sei anni in su figure grandi possono indicare aggressività e narcisismo.

11) Il bambino si prende tutto lo spazio per non lasciarlo agli altri. E’ da attribuire al processo naturale di distacco dai genitori, che a volte scatena una sorta di ribellione. L’acquisizione della propria personalità può essere espressa con una figura grande.

12) Una figura molto piccola indica paura e senso di inferiorità. I bambini sentono di occupare un posto piccolo e sono alla ricerca di un posticino sicuro dove potersi rifugiare.
Si tratta di bambini insicuri.

13) I tratti lunghi indicano sicurezza, tenacia, volontà. I tratti brevi, bruschi e fatti esercitando eccessiva pressione, denotano impulsività. I tratti dritti indicano volontà attiva, sono più maschili. I tratti curvi, più femminili, indicano tenerezza, emotività, morbidezza.

14) I tratti dentati indicano sempre aggressività; sono segno di intolleranza. Le linee indecise e tratteggiate indicano insicurezza, indecisione, depressione. I tratti sottili vengono usati dai bambini emotivi e sensibili.

15) I tratti frammentati, appena visibili, dimostrano mancanza di fiducia,timidezza, ansia. I tratti disordinati e/o irregolari denotano soggetti che non riescono a tenere sotto controllo la realtà, confusi.

16) Nell’analizzare un disegno le cancellature non devono essere ignorate. Possono significare un rifiuto verso il soggetto disegnato, quindi denotano aggressività, verso il soggetto eliminato. Le cancellature significano anche profonda insicurezza.

17) Per quanto riguarda i colori, vedremo ora il significato di ciascuno di essi. Il rosso è il colore della passione, dell’avventura, del fuoco. Grazie ad esso i bambini riescono ad elaborare i loro impulsi aggressivi.

18) Il giallo rappresenta la luce, il sole è il colore della forza. Come il rosso, anche questo colore può essere associato all’aggressività. E’ anche il colore dell’invidia. Però rappresenta anche estroversione e desidero di novità.

19) Nell’arancione sono fuse la caratteristiche forti e il desiderio di novità del giallo, con il calore e la passione del colore rosso. E’ scelto da soggetti sereni, vivaci ed estroversi, orientati al positivo.

20) Il blu nei disegni dei bambini è il colore usato per il cielo e per il mare. Il blu rappresenta la mente, il pensiero, il ragionamento, l’intelletto e della morale. E’ il colore della sicurezza, della calma. A volte, essendo freddo, indica freddezza affettiva.

21) Il verde è la natura, l’erba. Rappresenta il riposo, la quiete. Significa apertura nei sentimenti. Essendo formato dal blu e il giallo può assumere significati differenti a seconda della predominanza dell’uno o dell’altro.

22) Il bianco raffigura la luce e la fuga. Un bambino che preferisce il bianco forse è in fuga o che sta vivendo un momento di pausa o di solitudine.
Il nero è il colore della depressione e della rassegnazione.

23) Tanti dettagli in un disegno, se adeguati, rappresentano ricchezza interiore, equilibrio e sicurezza. Un disegno spoglio è caratteristico di un bambino che non riesce ad esprimersi, a volte depresso, isolato.

24) I disegni della figura umana, della casa e dell’albero sono molto utilizzati per l’analisi dei disegni di bambini e adolescenti, ma anche degli adulti. La figura umana rappresenta l’immagine che il bambino ha di sé, la casa rappresenta la famiglia e le relazioni in essa e l’albero raffigura la vita del bambino.

25) Una volta chiesto al bambino di rappresentare una persona, occorre osservare tutti gli elementi disegnati. Di solito i bambini piccoli disegnano la testa grande. Una testa piccola è più tipica degli adolescenti ossessivi, preoccupati da pensieri angoscianti.

26) La faccia racchiude diversi elementi. Se la bocca è disegnata con una linea breve ed è chiusa è segno di una repressione. Di solito i bambini la raffigurano sorridente, indica il normale desiderio di approvazione.

27) I primi elementi ad essere disegnati dai bambini sono gli occhi. I bambini di cinque o sei anni li disegnano solitamente senza pupilla. Questo sta ad indicare la loro immaturità emotiva ed anche egocentrismo. Di solito le bambine li arricchiscono di dettagli, come le ciglia.

28) Il naso solitamente è un simbolo fallico, maschile. Può indicare aggressività, preoccupazione a livello sessuale, se disegnato molto grande. Il collo a volte non viene disegnato prima degli otto anni. Dopo dovrebbe comparire.

29) Se il collo nel disegno viene omesso, dopo gli otto anni, è segno di immaturità.
Il collo lungo indica rigidità, scarso controllo. Troppo corto invece è tipico di bambini pessimisti, molto impulsivi, spesso di cattivo umore.

30) Le braccia e le mani sono i primi strumenti che il bambino usa per conoscere l’ambiente. L’assenza di braccia può essere segno di timidezza ed immaturità. Braccia lunghe indicano efficienza e desiderio di avere dei meriti. Braccia corte significano poca autostima.

31) Se le mani vengono nascoste esprimono sensi di colpa, omesse inadeguatezza. Ombreggiate o con i guanti possono indicare ansia. Troppo grandi aggressività. Diversa è l’interpretazione se si tratta di un autoritratto o della rappresentazione di qualcun altro.

32) I piedi e le gambe indicano il movimento. Le gambe rappresentano la concretezza la realtà. La posizione dei piedi indica la direzione in cui il soggetto vuole andare. L’omissione dei piedi indica sfiducia.

33) La casa rappresenta la famiglia. Bella, ben disegnata raffigura la famiglia ideale. Di solito una situazione famigliare difficile è raffigurata in una casa col tetto schiacciato, le finestre chiuse o sbarrate, come una prigione, questo indica che nella famiglia non c’è comunicazione.

34) Un disagio lo esprimono anche la mancanza del camino, oppure la raffigurazione di un camino diroccato, la mancanza del fumo (assenza di luce e calore), la raffigurazione di una casa troppo piccola in un grande spazio.

35) Se sono presenti due porte è indice di divisione famigliare, magari una rivalità tra fratelli, che divide in due la famiglia, se ogni genitore parteggia per un figlio. Di solito da una parte ci sono madre e figlio, dall’altra padre e figlia.

36) Il recinto intorno alla casa e, se non è chiuso rappresenta la presenza positiva della famiglia nella società. Se è chiuso isola la casa, quindi la famiglia, dal resto della società. Se c’è un viottolo significa la possibilità di entrare nella casa.

37) Anche nel disegno dell’albero ci sono vari elementi da analizzare. Le radici, sono nascoste, nutrono e tengono l’albero legato alla terra. Rappresentano la parte più inconscia. Il tronco rappresenta il vissuto. Spesso, se nel corso della vita un soggetto ha subito un trauma, esso è rappresentato ad una certa altezza del tronco, che rappresenta l’età in cui è avvenuto. Può essere espresso con un ramo spezzato, un nodo o un buco nel tronco.

38) Se l’inclinazione del tronco è a sinistra il soggetto è in un atteggiamento prudente, difensivo, a destra significa che è facilmente influenzabile. Dritto è sintomo di ingenuità e docilità, ma anche idee chiare e ferme.

39) La chioma rappresenta la capacità di relazione con gli altri. Circolare è tipica nei disegni dei bambini può indicare ingenuità, creatività e vivacità. La chioma ondulata indica dolcezza e socialità. Se nella chioma si intravedono i rami il soggetto è timido, chiuso scontroso.

40) Chioma tipo palma, indica sfiducia, chiusura. La chioma ricciuta significa attività, espansività, allegria. La chioma senza una forma definita è comune nei talenti eccezionali, superiori al vivere comune.

41) Se al suo interno ci sono rami opposti indica ambivalenza, il bambino sta vivendo un conflitto interiore. Se è ombreggiata indica ansia. Se ha una forma insolita, non propria di un albero (magari più simile a un fiore) è indicativa di turbamenti interiori.

42) Schiacciata è significativa di una realtà opprimente. Indica oppressione anche una chioma ritorta verso il basso, ma è molto rara nei disegni dei bambini. Queste sono solo alcune indicazioni, ma un’analisi accurata la può eseguire solo un terapeuta.

Fai il log in oppure registrati per rispondere al quesito.

Benvenuto in Come si fa, dove potrai porre quesiti e ricevere risposte da altri membri della community.
...